Il mio immaginario: Marie Antoinette

Marie Antoniette è un brand, blog post Laura Calascibetta graphic designer

Entriamo nel mio immaginario, ti parlo di un film che adoro e perché secondo me è fighissimo.

 

Ti va di entrare un po’ nella mia testa? Ho deciso di inaugurare una nuova rubrica: ogni tanto pescherò dal mio background qualcosa che secondo me è degno di nota e te ne parlerò, ovviamente rimanendo vicina ai miei temi e al mio lavoro. Ho deciso di inaugurare con uno dei miei film preferiti: Marie Antoinette di Sofia Coppola.

Marie Antoinette è un esempio di estetica curata nei dettagli e pensata, è uno spettacolo per gli occhi!
Inoltre la storia della regina viene raccontata da un punto di vista molto interessante, diverso e umano.

Adolescenza e pop punk

Il film parla di Marie Antoinette per quello che è: un’adolescente che si è trovata a gestire qualcosa più grande di lei. Tutto viene visto con una chiave femminile ma un po’ pop punk, che rispecchia il carattere diverso ed estroso di Marie Antoinette e la rende molto contemporanea (grazie anche alla bellissima colonna sonora).

Il carattere e i sentimenti della regina sono supportati tantissimo dal punto di vista visivo: le scelte cromatiche ed estetiche ci accompagnano nel mood di Maria Antoniette, ci avvicinano di più a lei.
Ecco quindi che ci ritroviamo in un mondo pieno di colori pastello, di dolci e vestiti: assaporiamo gli sfarzi della vita di corte visti da un’adolescente che cerca una sua dimensione in un contesto che non trova amichevole.

Durante i momenti tristi o più delicati del film sono sempre i colori a supportare e rinforzare le emozioni, diventano un ponte tra noi e il personaggio e ci aiutano ad empatizzare.

 

Marie Antoinette è un brand

Marie Antoinette è un personaggio talmente forte e caratteristico che si può pensare a lei come ad un brand.
Sfarzo ed eccesso sono due punti fondamentali che Sofia Coppola decide di rappresentare tenendo anche conto dell’età della regina. Tutto questo si riversa sulle scelte cromatiche e di stile, gli oggetti di scena, la musica, le inquadrature, la sceneggiatura.

Tutto l’immaginario visivo del film, quindi, aiuta a supportare l’identità della regina, è coerente e crea nella nostra mente un ricordo molto forte e preciso di Marie Antoinette; proprio come si dovrebbe fare con un brand.

Tu hai visto Marie Antoinette? Cosa ne pensi?

La trama damascata presente nel pattern che ho creato è di GarryKillian – Freepik.com

Ti potrebbero interessare anche: